Pacco non consegnato: cosa fare?

Pacco non consegnato: cosa fare?

Sai cosa succede quando c'è un pacco non consegnato nella lista spedizioni? La risposta è semplice: rischi di ricevere una serie di proteste difficili da affrontare. E il customer care service sa bene che questi sono punti che è meglio non affrontare, puoi immaginare perché.

Il cliente paga in anticipo, e sull'ecommerce gli equilibri sono complessi. Aumentano le persone disposte a concludere acquisti online, il bisogno di pacchi per le spedizioni è in aumento, gli shop online conquistano la fiducia del pubblico. Ma i problemi aumentano se non c'è una spedizione precisa e puntuale. Il rischio è quello di ricevere feedback negativi.

La prima volta passa, la seconda anche. Se mancare la consegna di un pacco diventa la norma devi correre ai ripari. Cosa fare? Ecco una piccola guida per evitare che una semplice disavventura diventi la norma, e per far arrivare il collo in questione alla persona giusta.

Da leggere: dove acquistare scatole di cartone online

Cosa fare per prevenire

Il primo passo per evitare che un pacco non venga consegnato, e per far arrivare il prodotto alla persona giusta nei tempi stabiliti, è semplice: devi rispettare le regole del gioco. E queste regole comprendono diversi aspetti che riguardano la buona organizzazione del flusso.

Questi punti sono decisivi per il successo della tua attività di spedizione, e il motivo è semplice: se un pacco si rompe o si perde in fase di spedizione rischi di non ritrovarlo. Soprattutto se non c'è un riferimento chiaro al mittente, o se magari è andato perso con l'etichetta.

Scatole di cartone 1 onda Scatole due onde

La base di partenza per ottenere tutto questo? Un economato efficace, un magazzino organizzato e un servizio spedizione di fiducia. Ma soprattutto un cartone di qualità, imballare un pacco a prova di urti è importante ma devi andare oltre e acquistare delle scatole a due onde. Sono quelle più resistenti e possono fare la differenza nella spedizione.

Dove è stata persa la scatola?

Non è un passaggio banale. Molti credono di aver spedito la scatola e di dover dare la colpa alle Poste o al corriere che ha curato il trasporto. Poi, dopo un controllo approfondito, ti rendi conto che il Pacco non consegnato dipenda dal fatto che non è proprio partito. La colpa di chi è? Una mancanza, una distrazione, un tassello che non viene ottimizzato al meglio.

Ecco perché hai bisogno di un programma per la gestione del magazzino. Magari un software che ti aiuti a smistare spedizioni, partenze e imballaggi. Solo così puoi essere sicuro.

Consulta il servizio spedizioni che hai scelto

Per risolvere il problema di un pacco non consegnato ha un'unica strada da seguire: consultare il servizio che hai scelto per le spedizioni. Se gli addetti al magazzino hanno imballato la scatola nel miglior modo possibile, quindi lasciando in bella vista il mittente e il destinatario, la strada da seguire è quella che ti porta a interrogare il servizio che hai individuato.

In linea di massima ci sono delle scelte basate su esperienze già sedimentate. Se hai un flusso di spedizioni continuo e costante devi avere un rapporto privilegiato con chi si occuperà delle spedizioni. Con numeri di telefono e contatti per ottenere un rapporto diretto con i responsabili. Poi, ogni servizio di spedizione ha le sue caratteristiche e i tempi necessari per i reclami.

Nel caso in cui la spedizione avvenga con le Poste Italiane? Tutto si complica, il mittente ha diritto a fare un reclamo per un pacco smarrito, in ritardo o danneggiato. La lettera di reclamo si trova sul sito poste.it, può essere inviata online, consegnata in un ufficio postale o spedita alla Casella postale 160, 00144 Roma. Attenzione, però, a non far fallire il processo a causa dei tempi.

Il reclamo per un pacco non consegnato può essere presentato il giorno lavorativo successivo al termine previsto dal prodotto postale scelto e non oltre i tre mesi dalla data di spedizione. Se non segui questi passaggi rischi di non aver alcun diritto sul pacco non consegnato.

L'unica strada da seguire

La burocrazia che si trova dietro alle consegne dei pacchi può essere un problema per chi ha un'azienda da gestire e un brand da tutelare. Cosa succede se il pacco non arriva e le consegna non funzionano? Rischieresti di buttare il tuo nome alle ortiche? No, non è questo il punto. Alla base di tutto c'è la tutela del cliente quindi, alla fine, se è necessario devi risarcire.

Devi risarcire il cliente. Per farlo devi contattarlo e rassicurarlo, ed essere sicuro che non ci siano risentimenti. Altrimenti potresti avere delle recensioni negative sui social o su altre piattaforme. Più semplicemente le persone potrebbero non confermare il tuo servizio.  Questo è un passaggio da evitare, un'eventualità che non puoi accettare. Sei d'accordo?

Per approfondire: come scegliere scatola di cartone per un e-commerce

Pacco non consegnato: la tua opinione

Quante volte hai affrontato questo problema con la tua attività? Hai un'azienda che invia ogni giorno pacchi in ogni parte d'Italia e del mondo, quindi sai bene che l'utente finale attribuisce solo a te la colpa. Per questo devi essere sempre in grado di gestire questa mancanza. Ecco cosa fare in caso di necessità: tu segui queste regole? Ti trovi bene?

Target: 
2 onde

Scegli le originali Semprepronte®, le uniche scatole in pronta consegna con
la speciale GARANZIA: scatole consegnate in 24 ore, o è GRATIS!

 
Fai il tuo ordine entro:
 
GIORNI
 
ORE
 
MINUTI
 
SECONDI

e ricevi le scatole:

SCEGLI ORA LA TUA SCATOLA!

Giorgio G. Gallo

Semprepronte.it
Scatole consegnare in 24 ore, o è gratis!