Come si lavora in magazzino: idee e consigli pratici

come si lavora in magazzino

Non è facile organizzare la logistica di un'azienda che si occupa di vendite online, o che deve spedire merce alle persone che acquistano da cataloghi e siti web. La domanda è chiara: come si lavora in magazzino? Le regole da seguire non sono poche, soprattutto se l'azienda è grande.

Le realtà minori non hanno bisogno di grandi attenzioni. Spesso c'è il discorso drop shipping che risolve una parte dei problemi. In questo caso, infatti, non sfrutti il magazzino e riesci a spedire la merce dal produttore all'utente finale. Ma non sempre questa è la soluzione giusta.

In molti casi, infatti, lo spazio destinato alla merce in più da vendere, spedire o restituire al mittente è indispensabile. Qui diventa importante capire come si lavora in un magazzino. I consigli indispensabili? Ecco cosa devi fare per ottenere i migliori risultati possibili.

Per approfondire: come scegliere scatola per un e-commerce

Ridurre i tempi di magazzino

Un passaggio che molti ignorano nel percorso che ti consente di organizzare il magazzino e renderlo efficace, rapido e meno invadente possibile rispetto ai costi. Non devi lasciare che la merce rimanga troppo tempo nelle camere e nelle sale del magazzino. Questo perché:

  • Il materiale tende a rovinarsi con il passare del tempo.
  • Occupare spazio inutilmente vuol dire pagare per nulla.
  • Si può utilizzare lo spazio per fare altro.

La gestione avanzata del magazzino consente di risparmiare risorse ed evitare l'accumulo di merce. Questo può essere un punto di partenza per lavorare in termini di lead organization, una metodologia che consente di ridurre al minimo gli sprechi ottimizzando le risorse a disposizione.

Acquista un software organizzativi

Questo è uno dei punti essenziali per avere ogni passaggio in ordine: devi scegliere i programmi per la gestione del magazzino in modo da favorire la pianificazione dei flussi in entrata e in uscita, ragionando su ciò che rimane in stoccaggio. Tutto questo può aiutarti a migliorare tempi e spazi.

Non occupare spazio inutilmente

Se è importante ridurre i tempi di giacenza, è altrettanto utile non occupare aree senza motivo. Come si lavora in magazzino? La prima regola: devi organizzare le scatole di cartone in modo da rendere tutto più semplice ed evitare lo spreco di spazio con organizzazioni casuali. Ad esempio:

  • Le scatole più grandi si trovano a terra.
  • Le più leggere vanno negli scaffali di metallo.
  • Gli oggetti delicati si chiudono negli armadi.

Ogni elemento che si trova nel magazzino deve sistemarsi in modo da poter essere riposto nel modo giusto. Lasciando ogni cosa a posto. Altrimenti si ritorna sempre allo stesso punto: c'è disordine, non si può basare il lavoro nel magazzino su una sistemazione approssimativa.

Lavora su formazione e sicurezza

Sai cosa significa? Il personale che lavora nel magazzino deve essere formato, attento alle regole da osservare per lavorare bene, in sicurezza. Senza rischi per cose e persone. In particolar modo è importante avere gli strumenti necessari per svolgere al meglio il lavoro con la merce.

Ad esempio i carrelli elettrici, i muletti e i sollevatori: tutto questo ha bisogno di esperienza. È utile creare una gerarchia e un ordine all'interno del magazzino, con personale specializzato in determinati compiti e dei supervisori per assicurare la tranquillità in termini di sicurezza.

Documenti a portata di mano

Un magazzino è pieno di documenti come le fatture, le bolle di accompagnamento e altri certificati. È giusto individuare uno spazio specifico anche per questi fogli: organizza i documenti in modo da non perdere ciò che ha più importanza e che potrebbe servire per eventuali controlli.

Insieme ai documenti, mantieni appunti con informazioni utili. Ad esempio i numeri dei fornitori e le sintesi dei costi come quelli di deficit, il punto dolente perché riguardano ciò che si perde durante l'attività quotidiana: rimborsi, danneggiamenti, merce avariata o rispedita al mittente...

Evita le risorse inutili nel magazzino

Una strada virtuosa: non si deve acquistare materiale in più rispetto a ciò che serve veramente. Ad esempio ha senso avere scatole in magazzino già pronte? In parte sì perché così puoi avere degli imballaggi da usare immediatamente quando le richieste diventano eccessive.

Per muoverti in queste situazioni devi lavorare a stretto contatto con gli individui che vivono ogni giorno lo spazio del magazzino. Vale a dire il personale dell'economato: solo così puoi assicurarti che le risorse che hai acquistato per il lavoro da svolgere non eccedano le reali necessità.

Un consiglio sempre valido: stabilire un punto che mette in allarme le procedure per ordinare di nuovo determinati beni. Ad esempio le scatole di cartone a 2 onde per le spedizioni ai clienti e i contenitori a bocca di lupo per l'organizzazione degli spazi. Definisci una soglia in base all'esperienza fatta nel tempo e segui le indicazioni. Così puoi ottimizzare spese e investimenti.

Da leggere: come ridurre lo spazio a magazzino 

Come si lavora in magazzino secondo te?

Ecco una lista di consigli per fare in modo che il tuo magazzino si articoli nel rispetto delle regole. Ottimizzare questi passaggi vuol dire fare in modo che il lavoro migliori, e in questo percorso anche l'acquisto delle scatole di cartone per gli imballaggi devono trovare il proprio equilibrio.

Target: 
2 onde

Scegli le originali Semprepronte®, le uniche scatole in pronta consegna con
la speciale GARANZIA: scatole consegnate in 24 ore, o è GRATIS!

 
Fai il tuo ordine entro:
 
GIORNI
 
ORE
 
MINUTI
 
SECONDI

e ricevi le scatole:

SCEGLI ORA LA TUA SCATOLA!

Giorgio G. Gallo

Semprepronte.it
Scatole consegnare in 24 ore, o è gratis!